Braga2.jpg

RICORRENZE E SPERANZE

LA FESTA DELLA SOLIDARIETA'

di Marco Alex Braga, membro del coordinamento nazionale "Adesso"

01-05-2021

Il Primo Maggio è la giornata dedicata ai lavoratori e soprattutto al ricordo delle lotte che sono state combattute nel corso degli anni per ottenere maggiori diritti e tutele all'interno del luogo di lavoro.
Si parla giustamente di lotte perché tutte le conquiste che i lavoratori hanno acquisito sono state portate avanti molto spesso tramite delle proprie e vere battaglie, durante le quali tante persone hanno sacrificato anche la propria vita.
Quelle battaglie però sono risultate spesso vittoriose perché si basavano su un concetto fondamentale di solidarietà tra gli individui e comunità di intenti per “marciare” tutti insieme verso l’obiettivo finale.
Solidarietà ed unione tra lavoratori che è venuta sempre più ad affievolirsi nel corso degli ultimi trent’anni, che hanno visto emergere in modo preponderante un forte concetto individualistico anche in ambito lavorativo, che ha portato ad una competizione perenne tra colleghi e all’emergere di un egoismo diffuso, che ha avuto come risultato finale l'impoverimento dei diritti per tutti e la progressiva perdita delle tutele faticosamente conquistate nel corso di oltre un secolo di aspri scontri sindacali.
Oggi, in un Paese dove il precariato è la regola, la disoccupazione giovanile alle stelle e le uniche “opportunità” di lavoro sembrano essere diventate le logistiche con il loro sistema standardizzato e ripetitivo, sicuramente efficace per l’azienda, ma che a me ricorda tanto Charlie Chaplin in “Tempi Moderni”; l’invito che rivolgo ai lavoratori, soprattutto ai più giovani, è quello di impegnarsi per ritrovare forme di solidarietà e cooperazione tra gli individui, superando il Sindacato strettamente inteso in senso letterale e confederale (che non è certo privo di responsabilità in merito alla situazione attuale, anzi), per riconquistare quegli spazi di libertà perduti e ritrovando nella partecipazione condivisa lo spirito altruistico e autenticamente umanistico, che è la sola strada che possiamo intraprendere per difendere diritti e salvaguardare le fasce più deboli della popolazione.
ADESSO è il tempo di lottare. Buon Primo Maggio a tutti!